00 11/5/2009 12:33 AM
Oberhausen, Germany

5 giorni fa…

La pioggia cade fittissima nella cittadina industriale tedesca. Le vie sono sgombre, piene di grandi pozzanghere. Pochissimi si avventurano in queste strade con questo tempo. Una figura cammina a passo deciso sul marcia piede di questa periferia. Ora imbocca una stradina laterale. Vi sono diversi sacchi della spazzatura, barboni che si riparano con ombrelli rotti e alcune prostitute che fumano tranquille. Siamo dietro ad un pub. Le immagini scorrono il viottolo. Il dottore entra in una porta di mogano nero rovinata, dopo aver bussato. Ci ritroviamo in una casa abbandonata. La moquette del pavimento è logora e sporca, c’è puzza di marcio. È un lungo stretto corridoio…la porta viene chiusa, ed ecco che ripiomba nel buio e nel silenzio. Il dottore, una persona di tutto rispetto, con un impermeabile nero, di altissima statura, con i capelli ben modellati dal gel e un bel paio di baffi porta con se la classica borsa del medico nel corridoio appare un wrestler, capelli corvini lunghi fino alle spalle, croce cristiana al collo, qualche piercing sul viso, con un paio di pantaloni bianchi e neri con una vistosa fasciatura su tutta la schiena

TJ: “Herr Gruner! Non la aspettavo.”

HG: “Signor Bedranowsky, mi dispiace aver distrurbato il riposo…”

TJ: “Stavo pregando, per la verità…”

HG: “Mi scusi. Comunque è il momento della visita e ho portato la nuova sacca di sangue…”

TJ: “Gut, mi segua in cucina!”

TJ accompagna il dottore in cucina, una cucina sporca con file e file di piatti da lavare. Il dottore si guarda, fa una faccia perplessa e si toglie il cappotto. Jack fa un po’ di spazio sul tavolino, e invita Herr Gruner a sedersi. Thumbtack Jack prepara il braccio, mentre il medico fruga ed estrae uno strano attrezzo per infilare sangue nelle vene. Il dottore infila l’ago nella vena di TJ. In silenzio…il trattamento inizia…


Un’ora dopo…


TJ: “Fin quanto dovrò continuare con questi trattamenti?”

HG: “Abbiamo finito…”

TJ: “Posso partecipare menomale alla Master of Pain, bene….”

HG: “Mi spiace signor Bedranowsky, non se ne parla.”

TJ: “Scusi?”

HG: “Non può rischiare così!”

TJ: “io VOGLIO dimostrare di essere l’unico a vincere la Master of Pain 2009, consecutiva alla 2008…e lei mi dice di no?”
Herr Gruner scuote la testa, tira via l’ago, lo ripone nella borsa…

HG: “Perché tutto questo? Perché?”

TJ: “Cosa?”

HG: “Perdiana, i suoi match ai limiti del normale? Le pare giusto? Anche per la sua famiglia!”

TJ: “Io non ho famiglia!”

HG: “Fa lo stesso, è impensabile che una persona voglia mettere il proprio corpo a repentaglio. E’ da stupidi!”

TJ: “NO!”

Dice TJ sbattendo il pugno sul tavolo! Il Dottore si alza, impaurito, afferra il cappotto

TJ: “Non è da pazzi. E’ da coraggiosi. Io voglio dimostrare alla gente chi è l’uomo con le palle veramente. E cioè, IO! In questo mondo troppa gente respira e si professa uomini di onore, io sono l’unico rimasto di quelli veri! Io sono messo in sacrificio per lo spettacolo, per la battaglia! Il dolore che ha tirato via i miei affetti e la fede, ora è la mia arma. Tutte queste cicatrici? Non sono abbastanza!”

Herr Gruner lascia la cucina, indignato. Cammina nell’anticamera quando vede l’ultimo dei tanti trofei di Thumbtack Jack. “Tornumeant of Death VIII Rewind Winner”. Rimane a fissarlo, schifato…

TJ: “Non osi toccare!”

HG: “Cos’è?”

TJ: “Ja, quello è il simbolo di tutti quelli che hanno un sogno. Portare il proprio popolo e nazione a vincere un torneo estero. Ho vinto quello in america, in Combat Zone Wrestling. E sono fiero di essere il primo wrestler ultraviolento della Germania a vincere un trofeo del genere! Ja, perché combattere e soffrire per un qualcosa è l’unica cosa che il mio buon Gesù mi ha dato, lo sa? La mia religione è il sangue! La mia religione è la carne sventrata e offerta in sacrificio…questo è il mio destino!”

Gruner afferra il trofeo e lo sbatte per terra

HG: “E’ solo un oggetto, Alexander…non fidarti di queste illusorie glorie…”

Ma Jack balza, e atterra il dottore! Jack ha in mano una siringa!!!!!!!!!!! E L’AGO della siringa sfiora la fronte di Gruner!

TJ: “Vada via!”

TJ lascia andare il dottor Gruner, palesemente spaventato. Rimane lì, immobile. Porta. Stringe il crocefisso al collo, e si porta una mano sulla fronte. Comincia a piangere in silenzio. Dopo diversi minuti nel silenzio cadenzato dalla pioggia…comincia a ridere. Gli occhi sono gonfi, ma si rialza…ride senza motivo. Guarda il trofeo
TJ: “Io ho vinto tutto qua. I trofei non ci stanno più. Ho già dimostrato di essere il migliore deatchmatcher nella storia. Manca solo un posto!”

Thumbtack Jack prende sul comodino il cellulare, compone un numero…ed ecco una segretaria che risponde

???: “Extreme Wrestling Federation buongiorno”

TJ: “Guten Tag! La vostra federazione deve conoscere qualcosa di nuovo, lo sa?”

???: “Chi è lei?”

TJ: “Un Wrestler che ha ricevuto più volte chiamate da voi, federazione numero 1! Voglio dimostrare di essere l’uomo diverso che cercate, il padrino di un nuovo ordine!”

???: “Capisco, il nome?”

TJ: “Il nome? Sono Alexander Bedranowsky, meglio conosciuto come…the Most Insane Wrestler of The World, The Innovator of Ultraviolence…Thumbtack Jack! I’M COMING…FOR REDEMPTION!”

[Edited by Zero 1 11/5/2009 12:36 AM]